Visualizzazioni totali

Studente investito nei pressi della fermata

Giovedì 3 novembre 2016
Stamane alla fermata degli autobus sita in via Martina Franca, a Ceglie Messapica, uno studente è stato investito da un’autovettura condotta da una professoressa che insegna all’istituto Alberghiero.
Il sinistro si è verificato intorno alle ore 8:00 e, nello stesso luogo, si trovavano numerosi studenti provenienti dai comuni limitrofi.
La docente ha riferito agli uomini della Polizia Locale, giunti sul posto, di essere stata abbagliata dal sole durante il transito dalla zona su indicata.
Il ragazzo investito è stato trasportato in ospedale da personale del 118. Una volta completata la fase dei rilievi, la viabilità, è stata ripristinata in entrambe le direzioni.

6 commenti:

  1. L'incrocio via Martina con via Galante. nelle ore di ingresso ed uscita dall'alberghiero, diventa pericolosissimo soprattutto per i tanti studenti che, loro malgrado, devono attraversare per recarsi a scuola. il tratto di strada che da via Galante porta al campo sportivo e, quindi, all'alberghiero, pur essendo sufficiente larga, non ha alcun marciapiede. non aspettiamo che ci scappi il morto per intervenire. Si potrebbe anche pensare di far effettuare tutte le operazione di carcio e scarico studenti solo ed esclusivamente in largo campo sportivo e direttamente dai vari pullman, creando lì apposite fermate. Evitiamo che i tanti ragazzi(molte volte spensierati e privi di senso del pericolo)che devono recarsi a scuola siano birilli per sprovveduti automobilisti. Chi di competenza intervenga e subito, prima che sia troppo tardi.
    D. L.

    RispondiElimina
  2. E il ragazzo come sta?

    RispondiElimina
  3. Ci sono posti nei quali i semafori di alcuni incroci vengono disattivati in prossimità di giorni festivi,come ad esempio quello di Tutti i Santi e quello dei Morti.Naturalmente incentivando gli irresponsabili anche a superare i limiti di velocità.Il loro mancato ripristino
    anche a seguito del verificarsi di incidenti va interpretato come una semplice inadempienza?
    Come mai questi inconvenienti si ripetono in maniera ricorrente?






    RispondiElimina
  4. E' urgente fare qualcosa. Il mio non è solo un grido isolato. Per cominciare ed a costo zero, si può far sì che nessun pullman scolastico carichi e scarichi studenti davanti alla pasticceria La martinese, costringendo i ragazzi a pericolosissime "trasmigrazioni" e, per di più, su un incrocio ad altissima circolazione. Sveglia, la guerra è finita.
    D. L.

    RispondiElimina
  5. Lodevole suggerimento.Purtroppo chi dovrebbe rendere effettiva l'iniziativa si trova da tempo in uno stato di letargica sofferenza.Uditiva e visiva.Orba di un occhio e sorda da entrambe le orecchie.

    RispondiElimina
  6. E con le mani come sta???

    RispondiElimina