Visualizzazioni totali

L'intervista all'artista Pino Santoro

Lunedì 22 maggio 2017

Evento Lions: Agata Scarafilo intervista Pino Santoro

È stata una serata davvero interessante quella a cui ha dato vita l’associazione Lions Club Alto Salento di Ceglie Messapica, presieduta da Leonardo Urso.
Così, con il tema “Per saperne di più”, l’iniziativa, che si è svolta presso il MAAC, ha visto protagonista l’artista cegliese Pino Santoro che si è fatto intervistare dalla giornalista Agata Scarafilo.
Agata Scarafilo e Pino Santoro

Agata Scarafilo, attraverso puntuali domande, ha permesso al poliedrico Pino Santoro di parlare di se e delle sue opere. Una produzione artistica  che, tra mostre e pubblicazioni, lo hanno visto in auge, in circa 40 anni di attività, con la pittura, la scultura, la poesia, la musica e perfino il teatro. 
Pino Santoro

Tra le tante attività, Pino Santoro viene spesso ricordato perché, in occasione della 40° Coppa Messapica ha organizzato la collettiva di pittura e scultura “Il Ciclismo nell'Arte”, realizzandone il manifesto e una litografia per l'annullo postale. Su commissione della Pro Loco, Pino Santoro ha dato vita anche all'opera pittorica “Il Record” donata al campione del mondo Francesco Moser. Inoltre, ha anche collaborato alla realizzazione del manifesto e cartolina per annullo postale del 35° Presepe Artistico Grotte di Montevicoli ed in occasione di un gemellaggio tra due giornali di Ceglie Messapica e di New York, dopo il drammatico evento storico dell'11 settembre, ha realizzato l'opera pittorica “Solidarietà”, in ricordo dell’attacco alle Torri Gemelle. 
Tra i suoi scritti e pubblicazioni, degni di nota sono sicuramente i due suoi  libri “Rossi di Oleandro” e “Proscenio bianco di calce” con i quali consegna alla storia della letteratura delle bellissime poesie, alcune delle quali sono state declamate nel corso della serata dall’avvocato l’avvocato Anna Maria Bellanova (cerimoniere) e l’avvocato Isabella Vitale.
Poesie che hanno offerto la possibilità non solo di conoscere il poeta Santoro, ma anche il suo nobile animo. Anche il presidente del Lions Club Alto Salento di Ceglie Messapica, Leonardo Urso, si è cimentato, nel corso della serata, nella lettura di una bellissima opera poetica dialettale dell’artista cegliese.
Ricordo della serata

A fare da cornice all’evento c’è stata pure una piccola mostra di alcuni quadri realizzati, sempre da Pino Santoro, alcuni anni fa. 

Presentazione del libro di Fabio Viola

Lunedì 22 maggio 2017

Bimbici 2017

Lunedì 22 maggio 2017

Cerimonia di chiusura

Lunedì 22 maggio 2017

Arresto per evasione dai domiciliari

 Sabato 20 maggio 2017
Ceglie Messapica: evade dai domiciliari, arrestato.
 
I Carabinieri della Stazione di Ceglie Messapica, nell'ambito di servizi finalizzati al controllo delle persone sottoposte alle misure di sicurezza e prevenzione, hanno tratto in arresto in flagranza di reato, per evasione,………, classe 1989 del posto, in atto sottoposto alla detenzione domiciliare.
L'uomo è stato trovato, senza autorizzazione, all’esterno della sua abitazione, in violazione alle prescrizioni imposte con la misura in espiazione.
Su disposizione dell'Autorità Giudiziaria, dopo le formalità di rito, ………. è stato posto nuovamente alla detenzione domiciliare.

Riconoscimenti per alcuni medici di Ceglie Messapica

Sabato 20 maggio 2017

Ieri nella sede dell’Ordine dei medici di Brindisi si è svolta la cerimonia di premiazione per i dottori di Brindisi e provincia.
Tre i premiati per Ceglie Messapica e precisamente medaglia d’oro per il dott. Vincenzo Defazio per i 50 dalla laurea, medaglia d’argento per il dott. Ferdinando Modoni per i 40 anni dalla laurea e medaglia d’argento e pergamena per il dott. Domenico Santoro per i 40 anni dalla laurea.
 
Ricordiamo che il dott. Domenico Santoro ha preso servizio all'ospedale di Ceglie Messapica presso la divisione di Medicina Interna il 16 marzo 1980 (quindi 37 anni) fino al 30 aprile 2017. Nel corso degli anni ha ricoperto il ruolo di: Assistente medico fino al 1989, Aiuto corresponsabile di medicina interna fino al 1999. Dal 1999, quale dirigente medico di lunga esperienza clinica, gli viene delegata la funzione organizzativa della divisione di Medicina Interna e vicaria il primario in caso di assenza;
Dal 2007 e fino al 2011, anno di chiusura della divisione, ha ricoperto il ruolo di Responsabile della Unità Operativa Semplice di Lungodegenza. Negli ultimi anni ha assicurato le attività ambulatoriali di Medicina Interna, Day service dell'Ipertensione arteriosa, Diabetologia, eco-doppler vascolari.
Il 30 aprile 2017, come detto in premessa, si è congedato dall’ospedale di Ceglie Messapica per aver raggiunto e maturato gli anni del pensionamento.
Attualmente, al quarantennale di una vita professionale esercitata con amore e rispetto dei pazienti, vissuta tra vittorie e sconfitte, tra gioie e drammi, con passione, studio e sacrifici, con l’impegno e la dedizione quotidiana di esercitare al meglio la propria “mission” forte di una vita lavorativa vissuta con quella coscienza orgogliosa di essere utile, continuerà ad esercitare privatamente la propria attività professionale sia clinica che strumentale.

Il progetto scolastico volge al termine

Sabato 20 maggio 2017

"Siamo quello che mangiamo" è giunto quasi alla conclusione.

La quarta giornata ha visto gli alunni in un laboratorio di mani in pasta. Gli stessi, sotto lo sguardo attento della chef Antonella Ricci, hanno preparato le orecchiette al sugo di pomodoro fresco con spolverata di cacioricotta, così come da tradizione pugliese. 
Il progetto, voluto fortemente dal consigliere dott.ssa Vanessa Santoro, è stato subito condiviso dagli insegnanti, dai presidi e da tutte le quinte classi degli istituti comprensivi di Ceglie Messapica.
Le ultime fasi del progetto si svolgeranno nell’orto comunale con la raccolta dei prodotti, la conoscenza e loro classificazione.

Anche in via San Vito furono rinvenute alcune tombe antiche

Giovedì 18 maggio 2017
Per completezza dell'argomento è bene ricordare che anche in via San Vito, a Ceglie Messapica, furono scoperte delle tombe antiche.
  Una dell tombe
Nel 2013, in un terreno di proprietà della Petrolmenga, è stato rinvenuto un sito archeologico. Anche in quell’area numerosissimi oggetti antichi ritrovati sono stati repertati, catalogati e trasportati al museo sotto l’occhio attento degli operatori della Soprintendenza di Taranto, competente per territorio e per materia. 
 Una parte dei tanti oggettii storici rinvenuti
Di tutti i siti, partendo dal 2013 ad oggi, è stata fatta regolare comunicazione all’ufficio tecnico del comune di Ceglie Messapica per tutti gli adempimenti burocratici.
Attualmente in quell'area è sorto un grosso impianto di carburati, sempre di proprietà dei fratelli Menga.