Visualizzazioni totali

Le lettere "Pistolari" di "Stefn di Martazit"

Domenica 15 luglio 2018
L'articolo di oggi, sul Nuovo Quotidiano di Puglia, della giornalista Maria Gioia.

Anteprima Ceglie Foof Festival 2018

Domenica 15 luglio 2018
Torna il Ceglie Food Festival 2018 a Ceglie Messapica dal 2 al 5 agosto 2018, tra le novità della X edizione la partnership con Sapori&Dintorni Conad.

 
Tanti Ospiti tra cui Federico Quaranta e la Compagnia degli Chef.
La X edizione della kermesse, interamente dedicata al cibo, andrà in scena da 2 al 5 agosto 2018 a Ceglie Messapica, una delle perle della provincia di Brindisi conosciuta in tutta il mondo come la Città della Gastronomia. Il Ceglie Food Festival sarà, quindi, ancora una volta l’evento di punta dell’estate cegliese.
Il Festival è, sicuramente, una vetrina importante sia per i prodotti e i produttori d’eccellenza nell’ambito del food&wine nonché rappresenta un punto d’incontro tra consumatori appassionati e chef italiani e internazionali di altissima professionalità. Anima e pietra miliare del Festival resta la promozione del territorio, dei piatti della cucina tradizione cegliese e pugliese in particolare e dei prodotti a chilometro zero.
Il Food Festival è, anche, occasione di incontro e di contatto diretto tra cuochi-produttori e ospiti-clienti. Chi consuma il cibo e il vino ha, quindi, la possibilità non solo di assaggiare piatti e prodotti, ma anche di parlare con chi produce e trasforma le materie prime.
L’edizione 2018 è quest’anno organizzata dall’agenzia New Music Promotion, realizzata in compartecipazione con l’Amministrazione Comunale di Ceglie Messapica, la Med Cooking School ed il Sistema Gusto d’Arte, ed ha come partner principale Sapori&Dintorni Conad che porterà nella città messapica la Compagnia degli Chef, nella cui squadra non potranno di certo mancare i padroni di casa Antonella Ricci e Vinod Sookar.
La Compagnia degli Chef ha scelto come partner Sapori&Dintorni Conad perché Conad tratta prodotti in linea con quella che è la filosofia di questo prestigioso team di cuochi: valorizzare ed esaltare le eccellenze agroalimentari del nostro Paese.
Sapori e Dintorni Conad dedicherà all’interno del Ceglie Food Festival ampio spazio ad un tipico prodotto locale pugliese, la “Frisella”. Ormai conosciuta in tutta Italia, la frisella è un prodotto da forno strettamente legato alla tradizione pugliese e preparata sin dall’antichità. Grazie alla Compagnia degli Chef si indagherà infatti sulle relazioni che questo prodotto ha avuto nel tempo con la produzione dei panificatori e dei forni, con la cultura, con il territorio e con la cucina attraverso testimonianze, show coking e degustazioni.
Oltre al palco principale allestito come sempre in Piazza Plebiscito, i visitatori potranno trovare diverse aree nel Centro cittadino che spaziano dallo Street Food, all’area dedicata ai più piccoli, allo spazio dedicato ai convegni con diversi ospiti del mondo della cucina e dello spettacolo.
Tutti i dettagli verranno resi noti nei prossimi giorni, quando sarà completato il ricco programma del Ceglie Food Festival 2018.  Testimonial del Ceglie Food Festival, anche nella decima edizione sarà Federico Quaranta autore e voce Di “Decanter” su Radio2 e giudice de “La prova del cuoco” su Rai1.

Eventi di oggi 15 CegliEstate 2018

Domenica 15 luglio 2018

Presentazione del libro di Simona Zecchi

Sabato 14 luglio 2018
Lunedì 16 luglio, alle ore 19, nel Chiostro della Med Cooking School di Ceglie Messapica (Br), la rassegna culturale Libriamo dell’APS Gioia, ospiterà la presentazione del libro di Simona Zecchi, La criminalità servente nel Caso Moro, edito da La Nave di Teseo.


L’incontro sarà moderato dal Prof. Pietro Maggiore, Presidente Unitre Ceglie Messapica e vedrà la partecipazione dell’On. Gero Grassi, già componente della Commissione Parlamentare d’Inchiesta sul rapimento e morte di Aldo Moro.
Il reading letterario sarà a cura di Vincenzo Suma e, per l’occasione, Chiara Mazza, alunna della V A dell’Istituto “Sacro Cuore” di Ceglie Messapica, leggerà l’articolo scritto in occasione del progetto di Giornalismo svolto a scuola dal titolo “Un grande uomo: Caso Moro, l’Italia in lutto”.

Eventi di oggi 14 CegliEstate 2018

Sabato 14 luglio 2018

Eventi di oggi CegliEstate 2018

Venerdì 13 luglio 2018

Attualmente nessuna soluzione per Tecnomessapia

Venerdì 13 luglio 2018
Redazione BrindisiReport 
Tecnomessapia chiude: licenziamento collettivo per 148 dipendenti.

Nessun salvagente per Tecnomessapia. Dal 25 luglio prossimo partiranno le procedure di licenziamento collettivo per 148 dipendenti, stando a quanto ha comunicato oggi a Bari l’azienda che svolge attività di fuori-scalo per l’elicottero A109 Grand di Agusta Westland, oltre a quelle dei ricondizionamenti strutturali per le manutenzioni degli elicotteri e di pronto intervento nelle basi militari a supporto dell’Agusta.

I licenziamenti
Non c'è futuro, quindi, per il personale. Altro colpo per l'economia, diventato ufficiale a conclusione dell'incontro che si è tenuto nella sede dell’assessorato regionale al Lavoro di via Corigliano. Tecnomessapia, attraverso Confindustria Brindisi, ha comunicato che tutte le interlocuzioni avute con possibili nuovi partners industriali hanno avuto esito negativo. Non sussistono quindi le condizioni per la ripresa delle attività lavorative con Leonardo Spa, poiché sono cessate tutte le commesse e, in generale, perché è fallito il progetto di diversificazione industriale.
"Pertanto mancando le condizioni per la Cassa integrazione guadagni straordinaria, al termine del tavolo regionale - consumatosi alla presenza del componente della task force Umberto Violante, della dirigente della sezione Aree di Crisi Elisabetta Biancolillo, del dirigente della Tecnomessapia Angelo Antelmi, il referente di Confindustria Brindisi Diego Mangia e le organizzazioni sindacali di Fim Cisl Taranto Brindisi, Fiom Cgil Brindisi  e Uilm Uil Brindisi – a partire dal prossimo 25 luglio saranno avviate le procedure di licenziamento collettivo per 148 unità, per cessazione attività", si legge nella nota.



I sindacati
La Fim Cisl - attraverso il suo operatore sindacale Angelo Cofano - ha dichiarato al tavolo la necessità di un intervento straordinario, proponendo l’adozione di un piano comune per favorire la rioccupazione dei lavoratori. «Questo è il momento di restare uniti – commenta il segretario Fim Cisl Michele Tamburrano - evitando di giocare sulla pelle dei lavoratori, non necessitano proclami di obiettivi irraggiungibili. Il sindacato ha un ruolo sociale e deve esercitarlo costruendo percorsi validi alla loro ricollocazione in base alle riconosciute competenze professionali e non illudendoli che questa o quell’altra azienda possa essere costretta a riassumerli. Tengo inoltre a ricordare che come FIM-FIOM-UILM un anno fa abbiamo redatto un report che denunciava circa mille posti di lavoro persi sul territorio e il sindacato tutto non può e non deve dimenticare anche questi padri di famiglia.»
A conclusione della articolata discussione, la task force si è impegnata a trasmettere il verbale d’incontro redatto al Distretto pugliese dell’aerospazio, a Leonardo spa, al Mise, affinché la proposta di costituzione del bacino di riferimento possa essere adeguatamente valutata per l’adozione degli adempimenti conseguenti, ognuno per il proprio livello di responsabilità e competenza.

La Fiom Cgil ha fatto proposta di riassunzione dei lavoratori di Tecnomessapia nel comparto  aerospaziale pugliese: "I dipendenti non saranno lasciati soli", dice Angelo Leo, segretario generale della Fiom Cgil.

Arresto per espiazione di pena

Venerdì 13 luglio 2018
Ceglie Messapica: deve espiare 1 anno e 2 mesi per maltrattamenti, lesioni personali, violenza privata e minaccia, arrestato.
I Carabinieri della Stazione di Ceglie Messapica  hanno tratto in arresto in ottemperanza all’”ordine  di esecuzione per l’espiazione presso il domicilio delle pene detentive” emesso  dalla Procura della Repubblica  presso il Tribunale di Brindisi , Ufficio Esecuzioni Penali un 50enne del luogo. L’uomo deve espiare la pena di anni 1 mesi 2 e giorni 4 di reclusione per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, violenza privata e minaccia. I reati verificatisi in ambito familiare, risalgono all’aprile del 2015 e sono stati commessi in Ceglie Messapica, nell’abitazione dell’arrestato e hanno avuto quale parte offesa la ex moglie di nazionalità tedesca. La donna  qualche giorno prima del 21 aprile 2015 data dell’arresto del marito, aveva provveduto a denunciarlo rappresentando che da circa un anno era vittima di maltrattamenti e minacce di morte. L’episodio grave avveniva il 21 verso le ore 13:00 quando l’uomo infliggeva  numerosi fendenti alla donna con una forbice da sartoria rinvenuta dai Carabinieri intrisa di sangue. La vittima a causa delle ferite veniva trasportata in ospedale, le motivazioni alla base del fatto erano le continue pressioni dell’uomo,  finalizzate a conoscere dove si fosse recata la donna. Nella mattinata infatti l’aveva attesa alla fermata dell’autobus di ritorno da Taranto e dopo averla  ingiuriata  l’aveva seguita sino a casa dove una volta giunti la faceva cadere per terra e con dei cuscini tentava di soffocarla, non riuscendo nell’intento.  Quindi con una forbice da sartoria  la colpiva alla gola e alla testa nonché alla schiena e ai glutei con 15 fendenti. La donna per ripararsi si nascondeva sotto un tavolo da cui riusciva  dopo diverse ore  chiedendo aiuto ai vicini di casa che chiamavano i Carabinieri e l’ambulanza, il tutto dopo che il marito si era assopito sul letto.  L’uomo per i fatti è stato condannato con il giudizio abbreviato alla pena di anni 3 di reclusione, dei quali ha già espiato una parte ristretto nella casa circondariale di Trani. L’arrestato espletate le formalità di rito è stato  condotto nella sua abitazione in regime di detenzione domiciliare.

Operazione della Guardia di Finanza

 Venerdì 13 luglio 2018
Guardia di Finanza: evasione fiscale e contrabbando di oli minerali.

Sequestrati beni e disponibilità finanziarie per un valore complessivo di 160 mila euro.


I finanzieri della Compagnia di Ostuni, nel quadro dell’azione svolta a contrasto delle diverse forme di evasione e frode fiscale, hanno individuato due soggetti economici di Ceglie Messapica, operanti nel settore dei trasporti su strada, che hanno occultato al fisco base imponibile per oltre 2 milioni di euro ed evaso I.V.A. per circa 500 mila euro.
Nel dettaglio, già nella fase iniziale di accesso ispettivo i militari constatavano delle anomalie, rilevando la presenza di 15.500 litri       di gasolio, risultati privi della documentazione contabile ed amministrativa che ne giustificasse la detenzione, nonché il possesso di un “super-magnete” utilizzato in maniera strumentale per il furto di energia elettrica, per un valore successivamente quantificato dall’azienda erogatrice in 50 mila euro.
Le indagini hanno consentito di segnalare all’Autorità Giudiziaria i due soggetti sia per i reati fiscali, perpetrati attraverso l’occultamento delle scritture contabili e l’infedele dichiarazione dei redditi, che per i reati di contrabbando di oli minerali e furto di energia elettrica.
Sulla base dei riscontri investigativi operati dalle Fiamme Gialle, il G.I.P. del Tribunale di Brindisi, su proposta della locale Procura della Repubblica, ha emesso un provvedimento di sequestro preventivo finalizzato al recupero delle imposte evase.
Pertanto, nei giorni scorsi, i finanzieri hanno dato esecuzione al provvedimento dell’A.G. procedendo al sequestro preventivo per equivalente di 4 unità immobiliari, 9 automezzi strumentali all’attività di impresa, nonchè disponibilità finanziarie per un valore complessivo di 160 mila euro.